Lobotocrazia? Che cazzo significa?

Degli individui stanno
tartassando, umiliando, pestando, derubando la dignita’,
privando della liberta’ altri individui. Altri individui, una parte
degli stessi che subiscono tutto cio’ hanno scelto di rimanerne
passivi, o addirittura di cercare di andare a braccetto coi primi, alla
ricerca di quello stesso potere che li sta sotterrando, o felici di essere subordinati ad esso in quanto credono cecamente in questo stato di cose al punto di difenderlo. Altri
individui ancora, la restante parte di chi subisce, ma in minoranza
numerica, ne hanno fin troppo di assistere passivamente a questo misero spettacolo di morte e hanno quindi deciso di contrastare i primi, ovvero  i detentori della supremazia e che con la loro tirannia, sono portatori della
sindrome dell’ipocrisia, coloro che uccidono e poi coprono,
manovrano  e distorcono, informazione  e realta’, in nome
di potere e vanita’, dispongono di mezzi di tortura  e
crudelta’, ordinano ai loro servi(servi per scelta)

di reprimere chi cerca di
mettere in luce la realtà, fanno affari con le armi, le guerre,
provocano le malattie per poi  vendere le cure, impongono dei
limiti chiamati frontiere, rinchiudono in dei lager chiamati C.I.E.
degli uomini per poi deportarli solo perchè non hanno un foglio di
carta, obbligano coloro che hanno un modo diverso di rapportarsi con
l’esterno
alla somministrazione di psicofarmaci deleteri per mente  e corpo
perchè li ritengono un pericolo per la società, fanno costruire
centrali nucleari per il loro guadagno e per costruire bombe ad alto potenziale o a  bassa intensità inventandosi che non c’è alcun pericolo, incentivano la ricerca che altro non è che
tortura per gli animali, fanno credere alla gente che non c’è altro
modo di vivere se non quello di adattarsi al lobotosistema – far girare l’economia – lavorare una vita – andare in pensione
– mangiare la carne di altri animali – credere ai loro sorrisi in tv e tanto tanto altro… Essi si chiamano lobotocratici,
quella che loro chiamano democrazia, noi la chiamiamo
lobotocrazia,  ecco perchè il nome del nostro gruppo e’ questo,
per dare un nome piu’ adatto ad un’èlite di potere che abusa dei cervelli per agire più indisturbato che mai nel suo progetto di egemonia- controllo-manipolazione-alienazione.

Auspichiamo che la lobotomia da loro attuata tramite la loro informazione, il controllo sociale e la detenzione stessa
del potere, cessi per sempre. Non è una semplice speranza, ma un
obbiettivo, anche se difficilmente raggiungibile, proponibile ma
soprattutto indispensabile,  per la liberazione di tutti: animali
umani e animali non umani. Un obbiettivo da raggiungere passo dopo passo con lotte specifiche e non solo che tengano d’occhio sempre ciò che desideriamo: l’abbattimento di questa società assassina

DETTO QUESTO, NON VOGLIAMO FINANZIARE QUEL POTERE CHE VOGLIAMO VEDERE ABATTUTO. BOICOTTIAMO I LOBOTOCRATICICAPITALISTI


Sappiamo che ci sono alcune cose alle quali non riusciamo  a fare a meno, poichè sono le contraddizioni, come l’uso della macchina o del telefono,contraddizioni
che ci portiamo appresso per vivere in questa società con lo scopo di avere più risultati nel lottare contro le ingiustizie che essa perpetra. è in questa società che si verificano torture, è questa società a sbranare quel poco di natura che rimane, è in questa società che si finisce per suicidarsi o ad uccidere altri/e in maniera esponenziale a quello che chiamano progresso, è questa società ad essere una gabbia contenente altre gabbie dove i lobotocratici vogliono rinchiudere chi si oppone all’imposizione della negazione della libertà, è in questa società che le persone si convincono che le gabbie siano indispensabili senza rendersi conto che è questa miseria sociale e l’esistenza stessa di proprietà, denaro e potere che creano interesse individuale e quindi portano l’individuo a mancare di rispetto ad altri individui…

Seguire questa lista di boicottaggio è qualcosa, non è la soluzione, ma almeno siamo neno complici possibile di chi ci vuole a loro assoggettati e di chi vuole convincerci che quello attuale sia l’unico modo di vivere su questo pianeta. Si premette che,
se si è vegan, buona parte della lista già è comunque boicottata
dato che ci sono molti prodotti di derivazione animale.

http://www.anarchaos.it/?page_id=448

http://rifiutosistema.spaces.live.com/

http://rifiutosistema.spaces.live.com/?_c11_BlogPart_pagedir=Next&_c11_BlogPart_handle=cns!5B46A7E4B8678DB0!131&_c11_BlogPart_BlogPart=blogview&_c=BlogPart

—————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Mentre un passo ulteriore
sarebbe, oltre il veganismo, il
boicottaggio totale di tutti i prodotti che hanno subito trasformazioni e/o
processi industriali e quindi i prodotti che si comprano al
supermercato(questo è piu’ difficile del boicottaggio delle sole
multinazionali, ma è un valido modo per avere minore impatto sulla
natura, dopo la raccolta di erbe  e  frutti selvatici e l’orto (senza uso di diserbanti e  antiparassitari), che non tutti hanno possibilità o voglia di effettuare.

Ovvio che questo richiede di
cucinarsi o comunque prepararsi il cibo da soli, e questo non è
sempre facile quando si è in viaggio ad esempio, ma se proprio non
si riesce nella totalità non è una valida scusa per nutrirsi ad ogni pasto della merda industriale che ci propinano.

D’altronde basta comprare direttamente da chi coltiva (che tralaltro ci costa di meno) o, se
raggiungere le campagne risulta difficile, dagli orto-fruttivendoli.

I prodotti agricoli che hanno
meno impatto ambientale sono quelli derivanti da coltivazioni e/o
piante coltivate con metodi estensivi e senza l’utilizzo di prodotti
chimici. Dato che del biologico non ci si può fidare poichè ammette comunque dei trattamenti chimici deleteri per la natura e gli animali (ora addirittura ammette una contaminazione dello 0,8 di O.G.M.), dei
punti macrobiotici, secondo la nostra esperienza dalle nostre parti,
ci si può fidare, anche se sono criticabili per certi aspetti, si
impegnano  a procurare e  vendere prodotti
agricoli senza trattameti chimici rifiutando il marchio biologico. Ecco quì la lista multimediale
dei punti macrobiotici, seguite il link o copiate  e
incollate su una nuova pagina web:

http://www.entipubblici.it/personal/paolobondesan/ristorantimacrobiotici.htm

————————————————————————————————————————————————————————————————————-

Ma non dimentichiamo che  il boicottaggio risulterà efficace solo se si espanderà molto, e dato che non riponiamo alcuna fiducia nei lobotomizzati che ci circondano, che sono davvero troppi, cosa facciamo nel frattempo? Mangiamo vegan e  boicottiamo per sentirci a posto con la coscienza o facciamo qualcosa nei pochi che siamo per opporci una volta per tutte a questo scempio fatto di sfruttamento,miseria,guerre,apatia,menzogne e tanta altra merda? A chi sta leggendo lasciamo la risposta, sapendo che è questa scelta che farà la differenza!


Iniziare a
liberarsi dalle catene che tengono legate

le nostre mani,
le nostre zampe e le nostre radici, che sono unite,

è smettere di
finanziarli e dire a tutti di fare lostesso,

perchè smettere di
credere  a loro non basta, è come averne le mani in pasta,

Controinformazione
e lotta sono le nostre possibilità,

non lasciamole
sfuggire, non riempiamo il nostro cuore di avidità,

prima che
distruggano  tutti/e e quel poco di natura che r-esiste,

boicotta,controinforma, soprattutto lotta e agisci,

non risolverai nulla a restare zitto e triste!

I lobotocrazia suonano quello
che esce quando si mettono assieme una alla chitarra,uno al basso un
altro alla batteria e tutti alla voce… La cosa certa è che escono
suoni di impatto, duri e a volte striduli, per via della loro deriva
dai bassifondi di un lobotosistema che ci desidera sottomessi,
ingabbiati, taciturni, annebbiati, lobotosistema al quale però
cerchiamo in tutti i modi di concedere ben poco, lobotosistema da
distruggere!

Contattateci anche solo per
metterci al corrente di iniziative, manifestazioni, presidi, concerti
ecc…

Contatto:
lobotocrazia
@autistici.org